“Il PRINCIPE AZZURRO” CAMPAGNA EDUCATIVA ALIMENTARE NELLE SCUOLE 2016/2017

Progetto Finanziano nel Piano di Produzione e Commercializzazione 2016 O.P. ABRUZZO PESCA Soc. Coop.D.G. PEMAC - 02 Prot.0004251 del 02/03/2016 Reg. (UE) 1379/2013, Art.28 – Reg. (UE) 1418/2013

Il Progetto “il Principe Azzurro” è stato finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Fondo Europeo per gli Affari marittimi e la Pesca, FEAMP P.O.2014/2020 e dal MIPAAF (Dipartimento delle Politiche Competitive, della Qualità Agroalimentare, Ippiche e della Pesca - Direzione Generale della Pesca Marittima e dell’acquacoltura), con il Patrocinio della Provincia di Teramo,della Regione Abruzzo e dei Comuni aderenti. L’iniziativa ha l’obiettivo di far conoscere e consumare il pesce Azzurro dell’Adriatico e allo stesso tempo, possiede l’importante compito di educare le nuove generazioni alconsumo consapevole, al rispetto dell’ambiente e al senso di appartenenza culturale

Così Il Principe Azzurro è arrivato nelle scuole abruzzesi! La realizzazione della Campagna Educativo Alimentare, « il Principe Azzurro » legata alle stagioni“un pesce per ogni stagione”, è stata destinata all’ attuazione di una politica di qualità, di valorizzazione e promozione nonché sviluppo di nuovi mercati per i prodotti della pesca locali sostenibili. L’iniziativa ha coinvolto i bambini delle Scuole Pubbliche dell’Infanzia e/o della Primaria dei Comuni abruzzesi. Gli istituti che hanno aderito al Progetto “Il Principe Azzurro” fanno parte dei seguenti ISC: Martinsicuro-Villa Rosa, Alba Adriatica e Nereto-Torano-S.Omero. Il Presidente dell’O.P Abruzzo Pesca Soc. Coop., nonché redattore del progetto, ha sottolineano come effettivamente l’iniziativa abbia raggiunto l’obiettivo di abituare i bambini al consumo di pesce, portandoli a scoprire non solo che è buono e fa bene, ma che è anche divertente.Durante il progetto parallelamente all’attività educativa: Lezioni, Video e Giochi Educativi, sono stati svolti in classe dei questionari pre e post attività. Dai risultati elaborati è emerso che: come ci si poteva aspettare il45% degli alunni della 3°- 4°-5° elementare degli I.S.C. più vicini alla costahanno un pescatore in famiglia (Padre/Zio).Inoltre a fine progetto è stato riscontrato nei bambini un aumento del consumo di pesce. In base ai questionari fatti prima dell’attività educativa, la maggior parte dei bambini affermava di consumare pesce una volta alla settimana. Dopo l’attività educativa, gli alunni hanno risposto diversamente, evidenziando un aumento del consumo dei pasti settimanali a base di pesce da una a due volte. Questo dato è il risultato positivo dell’attività educativa e di sensibilizzazione svolta.

L’Azione di Carattere Didattico – Educativo» è stata svolta nelle Scuole, nell’Anno Scolastico 2016/2017 (da Ottobre a Dicembre 2016) tenendo conto dell’età dei bambini delle Scuole Pubbliche dell’Infanzia e/o della Primaria coinvolte. Il fine raggiunto è stato quello di preparare ed accompagnare gli alunni al consumo del pesce azzurro e di contribuire all’introduzione di pesce fresco locale nelle abitudini alimentari
del bambino, trasmettendo i principi di un sano stile di vita e di un corretto rapporto con il cibo.E’ stato coinvolto un campione di 1500 alunni delle Scuole Pubbliche dell’Infanzia e/o della Primaria dei Comuni Abruzzesi.Sono state tenute in classe delle lezioni frontali, visioni di documentari e laboratori didattici dove i bambini sono venuti a differenti approcci educativi scelti in base all’età.La prima delle Attività svolte da tutti gli alunni degli I.S.C. coinvolti, è stato il Concorso “La salute inizia a Tavola”. I bambini sono stati chiamati a realizzare un lavoro di libera creatività sulla tematica del Pesce Azzurro. Vincitrici del concorso sono risultate, la Scuola dell’Infanzia di Nereto, che ha partecipato con un serie di cartelloni 3D che mostrano la pesca del pesce azzurro, e le classi 5° della scuola della Primaria di Villa Fiore di Alba Adriatica, che ha partecipato con dei bellissimi disegni che rappresentano pesci – alimentazione e salute. A fine progetto è stato distribuito il «Ricettario,ricette a base di pesce azzurro dell’Adriatico» per continuare il percorsoeducativo intrapreso a scuola anche a casa . Di fondamentale importanza la sensibilizzazione delle famiglie sulle iniziative intraprese dalla scuola in modo che il bambino possa trovare riscontro con quanto appreso, e per questo è stato realizzato e distribuito un ricettario contenente Ricette appetibili ai bambini a base di « Pesce Azzurro ». Il coinvolgimento delle famiglie ha costituito uno dei punti di forza del progetto. La famiglia rappresenta il primo luogo in cui il bambino apprende i comportamenti alimentari ed è poi il luogo in cui avviene il confronto delle esperienze vissute negli altri contesti della comunità. “Il pesce è un alimento particolarmente indicato nelle fasi della crescita: lo dimostrano innumerevoli studi scientifici. È una fonte preziosa di omega 3, utili alla concentrazione, oltre che di proteine nobili altamente digeribili, sali minerali e vitamine. Il Principe Azzurro nasce quindi come un progetto che si contrappone ai cibi scarsamente salutari, imposti dai ritmi frenetici quotidiani – sottolinea la biologa Dott.ssa Barbara Zambuchini,Partners in Service Srl “Start up Innovativa” Responsabile del progetto e della Gestione dell’Educazione Alimentare, coordinatrice del progetto e titolare del Centro di Educazione Ambientale CEA “Ambiente e Mare”, R.Marche. Inoltre, tale prodotto fa bene alla salute perché ha un alto valorenutritivo dovuto al suo elevato contenuto proteico e vitaminico,perché, più di tutti gli altri pesci è ricco di selenio, fosforo, vitamine E e B e soprattutto di omega 3 e omega 6, grassi polinsaturi che hanno un benefico effetto su cuore ed arterie. I grassi polinsaturi (omega 3 e omega 6) non vengono prodotti dal nostro corpo, quindi è necessario introdurli con gli alimenti, ecco perché si dovrebbe mangiare pesce azzurro almeno 1 o 2 volte alla settimana, in linea con la Dieta Mediterranea e i principi della Piramide Alimentare, facendo attenzione alla cottura poiché i grassi polinsaturi si deteriorano facilmente alle alte temperature. L’obiettivo è stato quindi anche quello di sensibilizzare al consumo intelligente del pesce azzurro nostrano, che risulta essere un prodotto qualitativamente eccellente ad un giusto prezzo.

Un ringraziamento alle dirigenti scolastiche Dirigente Scolastico Iside Lanciaprima (ISC Nereto-torano-S-Omero), Barbara Rastelli (ISC Martinsicuro-Villa Rosa) e Nadia di Gaspare (ISC Alba Adriatica) e il corpo docente degli Istituti coinvolti .