La PARTNERS IN SERVICE, si occupa di numerose attività riguardante la qualità del settore agro-alimentare, su tutto il territorio nazionale

VIDEO

Siamo presenti sul mercato elettronico per i  seguenti servizi: 


- Servizio di organizzazione e gestione integrata degli eventi

- Servizio di supporto specialistico 

- Servizi sociali

- Servizi commerciali vari

in collaborazione con la Biologa Nutrizionista Dott.ssa Barbara Zambuchini:

•    Partecipa all’ideazione, sviluppo e implementazione di progetti per l’innovazione e la sostenibilità nel settore agroalimentare su scala regionale, nazionale e internazionale, occupandosi sia degli aspetti tecnico-scientifici sia della gestione e coordinamento progettuale;
•    Progetta e redige capitolati di appalto per le Pubbliche Amministrazioni, sempre nell’ottica di una ristorazione sostenibile;
•    Elabora ed esegue programmi di educazione alimentare per studenti, genitori, insegnanti;
•    Esegue monitoraggi del servizio mensa per verificarne la corrispondenza al capitolato d’appalto;
•    Effettua controlli di qualità sulle derrate agroalimentari, verificando ogni fase della filiera produttiva degli alimenti;
•    Promuove l’impiego di prodotti locali e tipici, favorendo filiere Km zero;
•    Redige manuali di merceologia degli alimenti;
•    Esegue corsi di formazione e di aggiornamento per operatori della ristorazione ed insegnanti è Accreditata R. Marche;
•    Produce materiale audiovisivo e cartaceo sia a fini didattici che promozionali.

La MISSION AZIENDALE è anche quella di introdurre Innovazioni Sostenibili nelle Ristorazioni Pubbliche al fine di migliorare la Qualità del pasto e la Sostenibilità del sistema agroalimentare, in particolare in questo caso di quello ittico. Già da quattro anni abbiamo introdotto il pesce fresco locale povero/massivo "zero spine" nelle mense pubbliche grazie alla Campagna Educativa Alimentare “Pappa Fish” promossa dalla R. Marche, in collaborazione con diverse Aziende ittiche marchigiane.

La Partners In Service, PIS srls, vanta le seguenti Menzioni e Collaborazioni:

- Ha collaborato con l’UNESCO, nell’evento 360° di Sostenibilità” “Per una Buona Educ-Azione! nel corso della Settimana dell’educazione allo Sviluppo Sostenibile; principale appuntamento annuale della campagna italiana UNESCO per il programma ONU “DESS – Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005-2014”. Grazie a questa collaborazione il Progetto Pappa Fish è stato segnalato come modello di riferimento dall’Unesco.

- Ha attivato una collaborazione importante con la Campagna Europea di Promozione della Sana Alimentazione, di cui fanno parte prestigiosi Enti di Ricerca e Organizzazioni Nazionali ed Internazionali.


- Collabora attivamente con le Condotte Territoriali SLOW FOOD di cui condivide i principi di salvaguardia della biodiversità e il diritto a un cibo più buono.

- Ha svolto consulenza per varie Amministrazioni nella Gestione del Servizio per la Pubblica Ristorazione al fine di migliorare la Qualità e Sostenibilità del pasto e del Sistema agroalimentare ed ittico connesso all’adozione di pesce fresco locale collaborando attivamente con le Asur di competenza.

- Ha svolto consulenze in merito all’Organizzazione e lo Svolgimento di programmi educativi e di formazione finanziati da vari Enti Pubblici sia Regionali che Nazionali.


Con un percorso di educazione alimentare abbiamo introdotto il pesce fresco locale nelle mense scolastiche delle Marche e oggi siamo pronti ad aprirci al mercato della ristorazione collettiva, offrendo un prodotto di qualità, certificato, di produzione costante, a prezzi competitivi. 

Il pesce fresco è indispensabile in un’alimentazione sana ed equilibrata. Si tratta di  un processo fortemente innovativo per la ristorazione sanitaria nazionale in grado di fornire una solida base da cui attingere dati scientifici, informazioni commerciali e buone pratiche con l’intento di diffondere e replicare l’iniziativa sull’intero territorio nazionale. Valorizzare il pesce fresco vuol dire conoscere i valori nutrizionali, le caratteristiche organolettiche, la salubrità, l’ambiente in cui vivono e la filiera produttiva, determinante per poter mantenere qualità e freschezza.

Il Centro PIS SRLS ha offerto alle Amministrazioni Comunale della R. Marche, relativamente al Progetto Pappa Fish promosso dalla Regione Marche e finanziata all’80% con fondi europei FEAMP:

Il Cordinamento e l’esecuzione delle diverse fasi dell’Azione tecnico-sperimentale del bando, compresa la valutazione dell’idoneità dei lotti di pesce fresco locale da utilizzare nelle sperimentazioni e nelle preparazioni da effettuare. A tale scopo si è occupata della definizione di buone pratiche relative ai processi di trattamento del prodotto, dal reperimento sino alla somministrazione e alla predisposizione di ricette appetibili per l’utente target «menù pappa fish» primi e secondi piatti a base di pesce fresco dell’Adriatico a “Km zero” da somministrare nel corso dell’anno scolastico 2017-2018. Il pesce fresco refrigerato utilizzato nel progetto è stato quello proveniente dalla “Zona FAO 37.2 Mar Adriatico/Mar Mediterraneo”, povero e massivo e in particolar modo dai mercati ittici marchigiani locali, siti nelle vicinanze dei luoghi di consumo, “pesce fresco dell’Adriatico a Km zero”.

L’elaborazione del processo di trattamento del prodotto, dal reperimento sino alla somministrazione, attraverso delineazione di un’ idonea metodologia nel rispetto delle buone prassi igieniche previste dalla normativa vigente, comprensiva della predisposizione di ricette appetibili all’utente target.

L’approvvigionamento di prodotto ittico è stato garantito da marinerie locali, grazie alla collaborazione già consolidata del Centro Pis srls con Aziende ittiche site nelle vicinanze dei luoghi di consumo nella R. Marche al fine di contenere gli impatti legati al trasporto delle merci, filiera reale "KM zero" dalla produzione al consumo, ed anche vantaggi in termini di freschezza e salvaguardia dei valori nutrizionali (in accordo da Bando, al Piano d’Azione Nazionale sul Green Public Procurement PAN GPP, predisposto dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare adottato con decreto interministeriale del 11 aprile 2008)